Con le mutazioni BRCA1/2 avrò sicuramente un tumore?

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità ogni anno in Italia vengono diagnosticati 48.000 nuovi casi di tumore al seno, dei quali il 5-10% è ereditario, cioè legato alla presenza di mutazione nei geni. Il cancro ovarico, invece, è la quinta tipologia di tumore più comune nelle donne europee e, anche in questo caso, il 15% di essi è trasmesso geneticamente. In particolare, all’origine della predisposizione genetica che scatena il carcinoma della mammella e dell’ovaio ci sono i geni BRCA1 e BRCA2, noti per la vicenda di Angelina Jolie. Ma se c’è una familiarità diretta di tumore al seno o ovarico, cosa bisogna fare? E nel caso ci fosse una mutazione di questi due geni, significa che si svilupperà sicuramente il cancro? Risponde Sabatino D’Archi, Chirurgo senologo presso la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma.

Chiara Caretoni

Mutazione gene BRCA e rischio tumore: operare come ‘prevenzione’, sì o no?

Immunoterapia funziona contro cancro al seno triplo negativo

Tumore all’ovaio: conosci tutti i sintomi?

Tumore al seno: identificate oltre 160 mutazioni genetiche

L’articolo Con le mutazioni BRCA1/2 avrò sicuramente un tumore? proviene da Ok Salute e Benessere.