Per vincere a Jenga serve il tatto: lo hanno imparato anche i robot

Una nuova Ai del Mit sfrutta tatto e vista per creare una rappresentazione intuitiva del mondo fisico. E riesce a giocare a Jenga come un essere umano