Echinacea: a cosa serve? Quali sono le dosi?

0
60
Echinacea a cosa serve

Echinacea

EchinaceaÈ il nome di un gruppo di piante a fiore della famiglia delle margherite. Sono originarie del Nord America, dove nascono spontaneamente. Ha nove specie, ma solo tre sono usate dalla fitoterapia. Sono:

  • Echinacea purpurea,
  • Echinacea angustifolia,
  • Echinacea pallida.

Contiene una grande varietà di sostanze attive che possono avere effetti benefici sulla salute. In particolare è ricca di antiossidanti, come i flavonoidi, l’acido cicorico e l’acido rosmarinico. Qui puoi trovare anche gli altri rimedi naturali per raffreddore e influenza.

Potenzia il sistema immunitario

Potenzia il sistema immunitarioÈ il motivo della sua fama. Raffreddore e influenza: ecco le piante medicinali che ti aiutano. Numerosi studi hanno dimostrato che aiuta le nostre difese a combattere virus e infezioni, oltre a farci riprendere più velocemente da un malanno. Leggi qui se vuoi approfondire l’argomento.

Può abbassare gli zuccheri
nel sangue

Può abbassare gli zuccheri nel sangueCi sono diverse ricerche di laboratorio che hanno dimostrato come sia capace di abbassare i livelli di zuccheri nel sangue. Servono però ancora studi clinici sull’uomo per poterlo affermare con sicurezza.

Può ridurre gli stati
di ansia

Può ridurre gli stati di ansiaQui entrano in gioco gli acidi cicorico e rosmarino insieme alle alcamidi, che sarebbero in grado di agire sull’ansia. Gli studi al riguardo, però, sono ancora deboli. Leggi qui cosa fare quando sei agitato.

Proprietà antinfiammatorie

Proprietà antinfiammatorieSono ormai diverse le ricerche che assegnano all’echinacea capacità antinfiammatorie, che sono confermate da studi sull’uomo. Livelli alti di infiammazione? Ecco cosa devi fare.

Effetti indesiderati

Effetti indesideratiI prodotti a base di echinacea sono in generale sicuri e ben tollerati se usati per breve tempo.

Alcuni effetti collaterali ci sono. I più importanti possono essere:

  • rash cutanei,
  • prurito,
  • gonfiore,
  • dolore allo stomaco,
  • nausea,
  • respiro corto.

Questi effetti sono più comuni in chi è già allergico ad altri fiori della famiglia delle margherite.

Deve evitare di assumerla anche chi prende farmaci immunosoppressori, chi soffre di malattie autoimmuni o altre patologie che compromettono il sistema immunitario.

Dosi

DosiNon esiste un dosaggio ufficiale per l’echinacea. Per aumentare la risposta immunitaria del nostro corpo, la maggior parte delle ricerche sostiene che occorre assumere

  • tra i 300 e i 500 mg di estratto secco di echinacea tre volte al giorno, o
  • 2,5 ml di tintura madre tre volte al giorno o fino a 10 ml una volta al giorno.

I 7 antibiotici naturali riconosciuti dalla scienza

Influenza: rimedi naturali che funzionano

Influenza in arrivo: come distinguerla da un raffreddore?

Fitoterapia: come curare i malanni di stagione in modo naturale

L’articolo Echinacea: a cosa serve? Quali sono le dosi? proviene da OK Salute.