Giornata Mondiale del Sonno: le regole per un sonno perfetto

0
22
Giornata Mondiale del Sonno

Vai a letto e alzati
agli stessi orari

 Vai a letto e alzati agli stessi orari

La regolarità nel sonno è fondamentale. È molto importante rispettare sia l’orario in cui si va a dormire, sia quello in cui ci si alza. Questo vale anche per i week end o per i giorni in cui non lavoriamo o studiamo: certo possiamo concederci un’oretta in più o in meno, ma occorre in generale seguire una vera e propria tabella di marcia. Tra l’altro è stato dimostrato che alternare notti brave a maratone di sonno fa male al nostro cervello.

Attenzione alla camera
da letto

Attenzione alla camera da lettoLa camera da letto ha una grande importanza. Gli esperti consigliano che non ci siano luci a disturbare il nostro sonno, che non arrivino rumori dalla strada o dalle altre stanze (nel limite del possibile), e che abbia una temperatura gradevole, né calda, né fredda. Ecco le regole del materasso perfetto.

Via tutti gli apparecchi 
elettronici

Via tutti gli apparecchi elettroniciAl bando smartphone, cellulari, televisori, computer. In camera da letto non ci devono essere dispositivi elettronici per garantire al meglio il nostro sonno. Bisognerebbe disconnettersi almeno un’ora e mezza-due prima di andare a letto. Questo perché ci stimolano eccessivamente dal punto di vista cognitivo ed emotivo, mentre gli schermi luminosi influiscono sulla nostra fisiologia, ritardando la secrezione di alcune sostanze importanti (come la melatonina) e quindi rinviando la fase del sonno.

No a pasti pesanti o
spuntini notturni

No a pasti pesanti o spuntini notturniUna dieta adeguata è fondamentale per garantire un sonno di buona qualità, riducendo insonnia, disturbi del ritmo sonno-veglia e problemi nell’addormentamento. Mai andare a letto a stomaco vuoto, ma neanche dopo pasti a base di grassi animali, che sono molto più complicati da digerire e non ci fanno riposare bene. Ecco invece il menù che favorisce il sonno. Naturalmente evitiamo tutto ciò che contenga caffeina.

No agli alcolici

No agli alcoliciIn molti sono convinti che un paio di bicchieri di alcolici possano conciliare il sonno. Questo è vero solo per la prima fase, quella dell’addormentamento, non certo per il sonno profondo, che poi è quello che ci riposa davvero. Evitiamo quindi di bere prima di andare a letto e anche a cena limitiamoci a un bicchiere di vino.

Non fumare 

Non fumare «Fumo l’ultima sigaretta e vado a dormire». Chiunque viva o abbia vissuto con un fumatore, sa che prima di andare a letto ci si concede le ultime boccate. La nicotina, esattamente come la caffeina, è uno stimolante, e non un rilassante come molti credono.

Attività fisica 

Attività fisica Dulcis in fundo, l’attività fisica. Essere attivi durante la giornata, non solo rende più facile il compito di addormentarsi, ma ci fa dormire meglio. Il consiglio è quello classico: 150 minuti di attività fisica moderata alla settimana. 

 

 

Disturbi del sonno: quando rivolgersi ad un centro specializzato?

Troppe luci in città disturbano il sonno

Due ore di sonno in meno e il rischio di incidenti stradali raddoppia

Il sonno a «singhiozzo» rovina l’umore

L’articolo Giornata Mondiale del Sonno: le regole per un sonno perfetto proviene da OK Salute.