Frode a Google e Facebook per 120 milioni: ora rischia trent’anni

0
27

Il cybercriminale lituano Evaldas Rimasauskas, estradato nel 2017, aveva messo in piedi uno schema a base di phishing che, tramite false fatture nelle vesti di un reale fornitore, ha ingannato i colossi e li ha convinti a pagare su conti bancari controllati. Sentenza a luglio