Come portare i capelli a caschetto scalati

0
19
Karlie Kloss- foto Getty

Karlie Kloss- foto Getty

Il caschetto scalato è il taglio dell’estate: è pratico e versatile. Si può far asciugare al naturale senza rischiare di ottenere capelli effetto fungo, e si adatta bene con tutte le texture.

Non mette alla prova la nostra abilità di realizzare la piega perfetta, ma è il giudice severo della bravura del parrucchiere. La scalatura del taglio, che deve risultare invisibile, richiede un sapiente uso di forbici. «Il caschetto continua a essere uno dei tagli più richiesti, e la leggera scalatura, oltre a essere sinonimo di un lavoro correttamente eseguito, è un dettaglio tecnico molto importante per dare risalto al contorno del taglio che perderebbe di definizione e di volume soprattutto sulle lunghezze», spiega Marco Rizzi, titolare del salone Namu Hair di Milano, che utilizza in esclusiva i prodotti Phyto. 

GettyImages-1127654896

 

«La bellezza del caschetto è la sua allure fresca e naturale, ma è un taglio delicato. Dietro a questa apparente semplicità c’è un lavoro certosino da parte dell’hairstylist», aggiunge Marco Rizzi.

IL CASCHETTO SCALATO È IL MIGLIOR TAGLIO PER LASCIARE ASCIUGARE I CAPELLI AL NATURALE
È il desiderio di tutte, avere un taglio a zero manutenzione, soprattutto quando il caldo non invoglia a usare i ferri del mestiere. Il caschetto scalato si presta alle alte temperature, phon e piastra non sono richiesti, servono solo dei prodotti per disciplinare il crespo. «Sia per i capelli lisci sia per quelli ricci consiglio di pettinarli e di applicare delle creme da giorno idratanti e che danno texture. I ricci si possono aiutare fissandoli con dei becchi almeno all’inizio. Anche i prodotti spray dalla formula in gel come il nuovo Phytojoba gel aiutano a dare volume alle radici».

Kaia Gerber-Getty

Kaia Gerber-Getty

L’articolo Come portare i capelli a caschetto scalati sembra essere il primo su Glamour.it.