Big Toe Shoes: ovvero le scarpe chiuse ma con alluce in vista

0
6

Sono scarpe chiuse ma con un eccezione: l’alluce. In inglese le chiamano Big Toe Shoes proprio per sottolineare il ruolo da protagonista che questo modello dedica… al “ditone” de piede. Le trovate orrende? Sappiate che in molti non la pensano come voi. La scarpa, firmata dalla Maison francese Y Project, è stata infatti presentata un anno (era settembre 2018) fa durante le sfilate dedicate alla Primavera Estate 2019. Presentate in più di una variante – qui sotto trovate anche il modello “décolleté” – le Big Toe Shoes sono vendute al pubblico al prezzo di quasi 900 euro. Un costo non proprio ridotto che comunque non ha fermato i fashion addict disposti a mettere mano al marsupio per accaparrarsene un paio. Risultato? Y Project sta pensando di continuare a produrre il modello.

Le décolleté con alluce in vista di Y Project

A onor del vero, la Storia della moda è ricca di esempi in cui, accessori o abiti rivoluzionari e anti-conformisti hanno avuto un grande successo diventando veri e propri oggetti iconici. Come ricorda Refinery29 infatti già Margiela nel 1988 con le leggendarie Tabi (scarpe e stivaletti in cui l’alluce è separato con taglio e cucitura dalle altre dita dei piedi) e Celine con le sue Pirate Leather Sandals (l’antitesi esatta del modello Y Project, ovvero alluce coperto e resto delle dita scoperte) hanno determinato la supremazia di quelle che sono considerate dai più come “ugly shoes“, scarpe brutte. Ed è comunque evidente un vantaggio, con le Big Toe Shoes di Y Project, il risparmio sulla pedicure è garantito.

Le Tabi di Margiela

Le scarpe di Celine con dita in vista

L’articolo Big Toe Shoes: ovvero le scarpe chiuse ma con alluce in vista sembra essere il primo su Glamour.it.