Segre ai giovani: si diventa uomini e donne con scelte senza paura

0
8

“Questi piccoli funerali di pensiero che sono per terra e si chiamano pietre d’inciampo, sono un funerale per chi non lo ebbe. In quella pietra c’è il fallimento dell’uomo”: lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, parlando ai ragazzi delle scuole milanesi intervenuti alla presentazione delle pietre d’inciampo che saranno posate mercoledì 15 e venerdì 17 gennaio in 21 vie cittadine del capoluogo lombardo, in corrispondenza delle abitazioni dei deportati nei lager che non hanno fatto ritorno alle loro case.

Segre ha invitato i ragazzi delle scuole a “fare la scelta”: voi, ragazzi bellissimi, rimanete quelli che siete, non diventate come noi. Fate la scelta”. E ancora: “La paura non è mai una buona consigliera, fa sì che l’uomo non faccia la scelta e fa fare cose vergognose”. La senatrice ha detto queste parole riferendosi in particolare alla pietra d’inciampo che sarà posata in Piazza Filangieri, davanti al carcere di San Vittore, per Andrea Schivo, agente di custodia che si distinse per aiutare i detenuti durante l’occupazione nazista. “In un mondo violentissimo, ha ricordato, “dove poteva fare la parte del violento, Schivo ha scelto. Solo così si sarà uomini e donne con la lettera maiuscola e non quello che invece fu chi denunciò il collega per paura e per ottenere qualcosa, quelli che non hanno fatto la scelta e non la faranno mai, lasciandola fare a chi grida piu’ forte, a cui conviene che ci siano tanti paurosi che non sanno fare la scelta”.