1. Scegli le newsletter che ti corrispondono
  • Cucina
  • Curiosità
  • Lavoro
  • Moda

  • Risparmio
  • Sport & Auto
  • Tempo Libero
  • Uncategorized

2. Iscriviti per riceverle

Sanremo: quando i numeri contano più della qualità

Sanremo: quando i numeri contano più della qualità

E’ una vecchia regola della televisione: chi fa più ascolti vince. Ma la domanda sorge spontanea, chi vince è per forza più bravo? Una risposta certa ovviamente non esiste, anche se, spesso, perlomeno nello spettacolo, non è detto che un Avatar sia per forza migliore di un film d’autore visto da poche migliaia di persone. Questo accade spesso, e soprattutto quando si bada ai contenuti piuttosto che all’apparenza. E che sia anche il caso della 64esima edizione del Festival di Sanremo?

Partiamo da un dato inconfutabile, la seconda kermesse firmata Fazio – Littizzetto non sta dando i risultati sperati: un meno 3 milioni rispetto alla seconda serata dell’edizione 2013 non è un risultato da incorniciare. Ma altrettanto sicuro è che questo è un altro Festival dove la qualità c’è e si vede, una su tutti Franca Valeri, intramontabile attrice che solo Fazio è riuscito a portare sul palco dell’Ariston.

E poi i due conduttori: uno dei pochi presentatori in grado di fare varietà e allo stesso tempo intervistare un premio Nobel e una delle più irriverenti, e intelligenti, comiche che il panorama italiano possa vantare, non reggono il confronto con vecchie glorie in giacca e cravatta e bellone straniere che nemmeno parlano italiano?

La risposta credo sia immediata…

 

Author Description

Redazione

No comments yet.

Add a comment